Crea sito

 

Il territorio

Home Mappa Storia & Turismo Arte Manifestazioni

La città si articola come segue:

-    il centro antico di impianto medievale, arroccato sul ciglio del vallone del torrente Tiflis;

-          l’espansione urbana d’impianto ottocentesco, sviluppata su un sistema radiale;

-          le zone di recente edificazione;

-     le zone produttive, costituite da una zona artigianale, ubicata a nord ovest della città, aldilà della barriera ferroviaria, e dalla zona industriale, sita ad est del centro abitato, lungo la SS 98 per Bari.

Bitonto è una località agricola di notevole interesse, celebre per la produzione di olio d'oliva, uva e mandorle.

Antica città peucetica, Bitonto divenne municipio romano e acquistò così un gran patrimonio storico-culturale. Dal 1317 al 1551 fu invece dominata dai feudatari e nei suoi dintorni vi fu una grande battaglia tra borbonici ed austriaci (1734), battaglia storica perché con essa terminò l'influenza degli Austriaci sul meridione.

A Bitonto è da ammirare la stupenda cattedrale, risalente al secolo XII e splendido esempio di architettura romanico-pugliese, sulla cui facciata spicca il rosone, posto fra tre statue di animali, le bifore, il portale maggiore riccamente decorato, e, sul fianco destro, la loggia. All'interno è possibile visitare alcune preziose opere d'arte tra cui il pergamo di Gualtiero da Foggia e l'Ambone, entrambi del secolo XIII. Interessante è anche l'Abbazia di S.Leo (secolo IX), passata dai benedettini ai cisternini, agli olivetani ed infine ai francescani. All'interno, sono presenti affreschi romanico-bizantini (secolo XIV). Imperdibili sono la chiesa di S.Francesco D'Assisi (secolo XIII), che ha la facciata gotica e portone ogivale, e il Palazzo Sylos-Labini (secolo XVI) che presenta un portale gotico catalano e una splendida loggia rinascimentale.